Author: Redazione

Giuseppe Ranieri trio: la musica tradizionale calabrese

cartolina-musica

Domenica 11 febbraio dalle ore 14 gli spazi dell’Onda Calabra saranno animati dai suoni della tradizione con il trio Giuseppe Ranieri, Nicola Sanzo, Gianpiero Nitti e i loro strumenti: la zampogna a chiave tipica del centro sud della Calabria, la pipita calabrese, una sorta di piffero, e il tamburello.

Giuseppe Ranieri è la quinta generazione di una famiglia andreolese di suonatori di zampogna che sta preservando la tradizione più autentica di questo strumento e della musica tradizionale e popolare calabrese. Il suonatore tradizionale non suona di mestiere, ma viene invitato alle feste private e religiose per portare la sua musica. La famiglia Ranieri, inoltre, si tramanda la tradizione della costruzione delle zampogne che vengono realizzate interamente a mano con i materiali che si usano da sempre.

Questo approfondimento è realizzato in collaborazione con La Sacca del Diavolo – trasmissione di musica folk di Radio Popolare.

Per saperne di più vi invitiamo a guardare questo video e ad incontrare i suonatori a Sorgentedelvino LIVE domenica 11 febbraio 2018.

 

EF014ME, la Calabria vista dal fotografo Marco Zanella

cartolina-foto

L’Onda Calabra è accompagnata dagli scatti della mostra fotografica “EF014ME” di Marco Zanella membro del collettivo fotografico Cesura, vera e propria fucina fotografica in Val Tidone, dove è stato formato dal fotografo Alex Majoli di Magnum Photos.

Zanella, girovagando per la Calabria con la sua auto (da qui la targa che da nome a questa questa mostra) ha realizzato un viaggio in bianco e nero attraverso i differenti volti di questa regione oggi tesa tra i riti religiosi della tradizione e gli scheletri dell’NFC (non finito calabrese), tra il rumore scrosciante dei suoi due mari e il silenzio boscoso delle catene montuose dell’interno.


Bio

Marco Zanella è nato a Parma nel 1984. Si avvicina alla fotografia nel 2005, dopo che uno zio prematuramente scomparso gli lascia in eredità le sue macchine fotografiche. Per un po’ di anni studia fotografia a Milano All IIF e collabora con il caro amico e artista di Parma Matteo Ferretti. Nel 2013 si stabilisce nello studio di Alex Majoli e Cesura a Pianello Val Tidone e negli anni a seguire si forma come fotografo e stampatore.

Ma è nel 2016 che comincia a farsi notare nel panorama internazione, in questo anno è infatti stato selezionato dal British Journal of Photography come talento dell’Anno da seguire e l’anno successivo realizza una mostra nella città siciliana di Modica, da titolo “Modica #1”.

Vive e lavora tra Pianello Val Tidone (PC) e Scicli in Sicilia.

Viaggio in Calabria, degustazione a cura di Matteo Gallello di Porthos

cartolina-viaggioincalabria

  • Quando: domenica 11 febbraio ore 16
  • Dove: Sala C – Piacenza Expo

Il programma di Onda Calabra, un terroir travolgente, prevede anche un’imperdibile degustazione guidata per gustare con piacere i vini calabresi, ma anche per comprendre meglio i diversi territori. Conduce un calabrese d’eccezione: Matteo Gallello di Porthos.

La degustazione

Il vino calabrese vive finalmente nella contemporaneità – dopo un passato ingombrante, glorioso e nostalgico – grazie al rinnovato spirito di appartenenza di alcuni produttori sensibili. Sono loro ad aver creato un nucleo unito dalle intenzioni e dalle possibilità, dal confronto e dall’agire insieme. Il naturale cambiamento, con la conseguente risonanza, è partito dal più importante distretto vitivinicolo calabrese, Cirò, e si è fatto avanti in tutta la Regione, dall’Aspromonte al Pollino. Si comincia a vedere la luce in fondo ai tunnel…

Attraverso 8 vini e le testimonianze di alcuni produttori scopriremo perché Mario Soldati aveva definito la Calabria «il piccolo compendio d’Italia».

  • Contributo di partecipazione: 25€
  • Posti limitati – E’ consigliata la prenotazione scrivendo a live@sorgentedelvino.it

Degustazione: il vino naturale, 25 anni di passioni e scoperte

cartolina-vino-naturale

  • Quando: domenica 11 febbraio ore 12
  • Dove: Sala C – Piacenza Expo

Il vino naturale, venticinque anni di passioni e scoperte

Considerato all’inizio un episodio di folclore enologico, il movimento dei produttori naturali ha letteralmente ribaltato la convenzione viticola-enologica impostasi tra gli anni settanta del Novecento e i primi due lustri del nuovo secolo. Tra i cambiamenti più significativi annoveriamo il ritorno alla vitalità della terra quale elemento propulsore della qualità, uno stato da custodire e accompagnare nella successiva realizzazione del frutto. L’inevitabilità delle fermentazioni spontanee ha portato finalmente l’attenzione verso il coté microbiologico, fino a qualche anno fa sondato solo in superficie.

Noi crediamo vi sia un legame senza soluzione di continuità che collega la vita della terra fino a quella nel bicchiere, passando dalla cantina e dalla confezione del liquido odoroso. Che cosa è successo al movimento naturalista in questi venticinque anni? Cosa ci raccontano le bottiglie che stanno trasformando la loro imprevedibile varietà in un quadro più complesso e avvincente?

Alla luce di esperienze enologiche diverse, e differenti interpretazioni, faremo il punto sul rapporto tra forma e sostanza, vero elemento di svolta nella qualificazione universale di un vino buono.

La degustazione prevede l’assaggio di sei vini.

  • Contributo di partecipazione: 35€
  • Posti limitati – E’ consigliata la prenotazione scrivendo a live@sorgentedelvino.it

 

Olio bene comune

cartolina-olio bene comune

  • Quando: sabato 10 febbraio ore 16
  • Dove: Sala B – Piacenza Expo
  • Ingresso libero per i visitatori di Sorgentedelvino LIVE – Posti limitati
    E’ consigliata la prenotazione scrivendo a live@sorgentedelvino.it

Molti vignaioli sono anche produttori di Olio Extravergine di Oliva, la vite e l’ulivo amano spesso gli stessi territori. E in fondo… il vino e l’olio sono parte di una realtà agricola unica e ancora più complessa. A Sorgentedelvino LIVE 2018 l’Associazione Olivicoltori del Pratomagno (Arezzo) presenta il progetto Olio Bene Comune.

E dopo le parole un’interessante degustazione guidata con gli oli dei produttori associati.

Viva l’Olio Extravergine d’Oliva

La storia inizia dopo l’annata orribile del 2014, quando l’intera produzione è cancellata dall’attacco della mosca. Ci si rende conto allora dell’importanza e della fragilità della coltivazione: da un lato l’olivo è elemento costitutivo del paesaggio, della civiltà alimentare, del territorio; dall’altro è evidente l’avanzamento di un processo di erosione e marginalità, aggravato dai mutamenti climatici, dall’abbandono, da un mercato globale caratterizzato da falsi, cattive concorrenze, prezzi ben al di sotto dei costi di produzione.

Avvertiamo la responsabilità e l’urgenza di una campagna per la difesa degli olivicoltori e del loro lavoro, dell’olivicoltura contadina e prende avvio un progetto che individua gli obiettivi della giusta remunerazione, della tutela dell’origine e della qualità locale, della condivisione con i cittadini che scelgono il consumo responsabile: organizziamo per questo iniziative di formazione, aggiornamenti tecnici, verifiche e degustazione dei prodotti.

Oggi siamo 12 aziende, tra Arezzo e Firenze, e più di 15.000 olivi. E’ anche questo un capitale democratico: viva l’olio extravergine di oliva!

Per contatti: Associazione Olivicoltori del Pratomagno Tel. 370-3222170

Effervescenze. Racconto e degustazione a cura di Massimo Zanichelli

cartolina-effervescenze

Effervescenze, un viaggio nel mondo delle bollicine rurali prodotte con la fermentazione in bottiglia

  • Quando: sabato 10 febbraio ore 14
  • Dove: Sala B – Piacenza Expo
  • Ingresso libero per i visitatori di Sorgentedelvino LIVE – Posti limitati
    E’ consigliata la prenotazione scrivendo a live@sorgentedelvino.it

Massimo Zanichelli presenta il suo libro “Effervescenze – Storie e interpreti di vini vivi” accompagnando il racconto con l’assaggio di 6 vini da diversi territori: Barbara Avellino dall’Oltrepò Pavese, Marco Cordani e Davide Valla dai Colli Piacentini, Terraquilia e Cavaliera dal modenese e Col Tamarie dalle terre trevigiane.

Il libro

Al centro di un rinnovato interesse, i più importanti vini frizzanti italiani vengono per la prima volta raccontati in questo libro. Dal Prosecco trevigiano alla Bonarda d’Oltrepò, passando per il mondo del Lambrusco emiliano, Effervescenze è un viaggio nel mondo delle bollicine rurali prodotte con la fermentazione in bottiglia. In un on the road tra cantine e vigneti, Massimo Zanichelli raccoglie le testimonianze dei principali interpreti di queste bottiglie ancestrali, raccontandone le storie e descrivendone i vini. Effervescenze che si fanno portavoce di colori, profumi e sapori di un’antica tradizione, chiamata in molti modi ma con una sola anima: l’artigianalità. A dispetto della critica più snob, questi frizzanti trovano oggi riscatto e successo grazie a un’indiscutibile qualità, ribadendo il loro nobile legame col territorio: sono vivi vivi, espressione di un’enologia genuina ed emozionante.

Onda Calabra, un terroir travolgente!

Dedichiamo alla Calabria l’approfondimento territoriale per portarvi alla scoperta di vini, sapori e cultura di questa meravigliosa regione

Onda Calabra a Sorgentedelvino LIVE

Siamo molto legati alla Calabria e ai suoi vignaioli che seguiamo dalla prima edizione di Sorgentedelvino LIVE ad Agazzano nel 2009. E’ una regione straordinaria dal punto di vista agricolo, vitivinicolo e della cultura tradizionale. Una regione che ha saputo conservare le conoscenze tradizionali e il gusto per la vita vera, l’abbiamo scoperto sulla nostra pelle durante il primo viaggio che abbiamo fatto anni fa nella terra tra il mar Ionio e il Tirreno.

Vorremmo portare anche a voi un po’ di quella realtà, a Sorgentedelvino LIVE trovate un’aera riservata alla Calabria con i vini dei diversi (molto diversi!) territori della regione prodotti da vignaioli che lavorano nel rispetto di ambiente, territorio e tradizioni e accanto a loro agricoltori e artigiani del cibo che propongono salumi, formaggi, conserve di frutta e di verdura, tante occasioni per scoprire o riscoprire le eccellenze del territorio.

Vignaioli e agricoltori dell’Onda Calabra

Da San Marco Argentano (CS) i vignaioli L’Acino, Ciavola Nera e Masseria Perugini, sempre in provincia di Cosenza, ma dalle terre di Saracena portano i propri vini Cantine Viola, Diana e Giuseppe Calabrese. Ed ecco anche i protagonisti di Cirò Revolution, il primo gruppo a dare vita a una svolta nel vino di Calabria: ‘A Vita, Sergio Arcuri, Cataldo Calabretta, Cote di Franze, Fezzigna, Scala e Tenuta del conte. Scendiamo verso la punta dello stivale per incontrare i vini di Altomonte e Cantine Lucà dalla provincia di Reggio Calabria.
Accanto a loro i sapori tipici di Agriturismo il Biscardino, l’olio extravergine d’oliva di Timpa dei Lupi e i formaggi dei piccoli caseifici Santanna e Masseria de Tursi.

Programma e approfondimenti

 L’Onda Calabra è accompagnata dagli scatti della mostra fotografica “EF014ME” di Marco Zanella membro del collettivo fotografico Cesura, vera e propria fucina fotografica in Val Tidone, dove è stato formato dal fotografo Alex Majoli di Magnum Photos. Zanella, girovagando per la Calabria con la sua auto (da qui la targa che da nome a questa questa mostra) ha realizzato un viaggio in bianco e nero attraverso i differenti volti di questa regione oggi tesa tra i riti religiosi della tradizione e gli scheletri dell’NFC (non finito calabrese), tra il rumore scrosciante dei suoi due mari e il silenzio boscoso delle catene montuose dell’interno.

Degustazione guidata: domenica 11 febbraio alle ore 15 una straordinaria degustazione guidata attraverso i vini calabresi condotta da Matteo Gallello di Porthos

Incontro di approfondimento: domenica 11 febbraio alle ore 14 un momento dedicato al “Moscato di Saracena, il recupero di un’antica tradizione” a cura di Claudio Viola

Cena calabrese*: domenica alle ore 20 presso Piacenza Expo serata attorno al tavolo con i sapori calabresi autentici a cura di Agriturimo il Biscardino.

Giuseppe Ranieri trio: la musica tradizionale calabrese

giuseppe-ranieri-zampognaDomenica 11 febbraio dalle ore 14 gli spazi dell’Onda Calabra saranno animati dai suoni della tradizione con il trio Giuseppe Ranieri, Nicola Sanzo, Gianpiero Nitti e i loro strumenti: zampogna a chiave, pipita e tamburello.

In collaborazione con La Sacca del Diavolo – settimanale di musica tradizionale e popolare di Radio Popolare.

I dettagli in arrivo a breve, per non perdere neanche un’informazione seguiteci su Facebook e iscrivetevi alla newsletter!

Il nostro media partner per questa iniziativa è Vinocalabrese.it

(*) cena riservata ai partecipanti di Sorgentedelvino LIVE

Sorgentedelvino LIVE, 10 anni di vini naturali, territori e tradizioni

Dal 10 al 12 Febbraio 2018 torna a Piacenza Expo il salone dei vini più vivace d’Italia. La 10a edizione Sorgentedelvino LIVE fa scoprire vini unici e irripetibili di oltre 150 vignaioli.

 

Da sabato 10 a lunedì 12 febbraio 2018 a Piacenza Expo 150 vignaioli italiani ed europei presentano i propri vini da agricoltura biologica, biodinamica e sostenibile. Assaggi, degustazioni, incontri e la possibilità di acquistare direttamente dal produttore, il modo migliore per scoprire il vino che si affida alla natura per arrivare dall’uva alla bottiglia.
“In queste 10 edizioni di Sorgentedelvino LIVE – dicono gli organizzatori – abbiamo fatto conoscere tanti vignaioli, ma sono sempre più numerosi i produttori che scelgono la strada delle vinificazioni all’antica. Abbiamo osservato anche un netto miglioramento della qualità, segno di una maggiore padronanza delle tecniche di vinificazione sia da parte dei vignaioli più affermati che da parte dei tanti giovani che si sono avvicinati a questo lavoro.”
Provare per credere! Gli oltre 800 vini proposti in assaggio a Sorgentedelvino LIVE rappresentano un vero e proprio viaggio del gusto capace di sorprendere anche i winelover con più esperienza. Ma perché portare in tavola vini naturali? “Sono più buoni sia in bocca che con l’ambiente, tutto qui!” rispondono con semplicità gli organizzatori. Accanto ai vini, sono stati selezionati prodotti tipici di artigiani del cibo: formaggi, salumi, conserve, dolci e tante altre golosità.
Il programma di Sorgentedelvino LIVE prevede inoltre degustazioni tematiche, incontri, conferenze e uno straordinario approfondimento su un territorio vitivinicolo: quest’anno si va alla scoperta della Calabria con l’esplorazione delle diverse zone di produzione vitivinicola, i prodotti tipici e la cultura tradizionale.
Gli orari di apertura degli stand sono: sabato 10 febbraio ore 12-18, domenica 11 febbraio ore 10-18 e lunedì 12 febbraio ore 12-18. Ingresso: 15 euro.
Per gli operatori Horeca (ristoratori, enotecari, addetti ai lavori) sono previste modalità di accesso agevolate previa registrazione entro lunedì 5 febbraio 2018 sul sito www.sorgentedelvinolive.org

Maggiori informazioni su www.sorgentedelvinolive.org
Tel: 348 -7186660
Email: live@sorgentedelvino.it

 

 

Sorgentedelvino LIVE 2017: soddisfazione e progetti futuri

Buon afflusso e successo del programma collaterale, pubblico attento e vignaioli soddisfatti. Tra i progetti futuri: ogni anno un focus su un diverso terroir.

Gremito, nonostante i primi tepori primaverili, il padiglione di Piacenza Expo nella 3 giorni Sorgentedelvino LIVE dedicata a vini naturali, tradizione e territorio: un pubblico di appassionati e addetti ai lavori attentissimo alle novità e ai prodotti presenti.

Grande successo anche per il focus sul terroir Sardegna, con una cena-degustazione da tutto esaurito e visitatori incantati dai sapori e i profumi dell’isola e dai suoni tradizionali del gruppo Tenore Sos Migrantes.

Oltre 4000 le presenze. “Una bella festa, riuscita bene” afferma soddisfatta Barbara Pulliero, dell’organizzazione, entusiasta soprattutto del pubblico di visitatori: educato, attento, informato. Raro, nelle manifestazioni più “convenzionali”.

“Quello che rende unica questa manifestazione sono le persone” continua Paolo Rusconi “è a loro che tutti i giorni, con impegno, passione, entusiasmo, pensiamo quando organizziamo Sorgentedelvino LIVE”.

Il pensiero è rivolto anche ai partner e allo staff a cui l’organizzazione dedica particolare attenzione – nello spirito etico di un lavoro fatto con amore e attenzione verso la terra e le persone – , tra questi: Rastal, Spagni, La Sacca del Diavolo, Italia a Tavola, Comune di Piacenza, ma anche FASI, Gremio Sardo Efisio Tola di Piacenza e chi ha contribuito a rendere memorabile la non-degustazione dedicata a Pino Ratto e ai suoi eredi.

Per il futuro si pensa a rendere più ricco il programma di Sorgentedelvino LIVE 2017. “Dato il successo del focus sul Terroir Sardegna, proseguiremo in questa direzione valorizzando ogni anno un territorio diverso con un approfondimento che oltre ai vini ne faccia conoscere cibo e cultura”, spiega Pulliero.

Tanti i progetti in fase di sviluppo e i sogni nel cassetto per l’associazione Echofficine che si sta già preparando alla prossima edizione di Sorgentedelvino LIVE: una tappa importante visto che si tratta della decima edizione. L’appuntamento, per ora, è sul sito sorgentedelvino.it, per restare aggiornati sui progetti futuri della manifestazione e sui vignaioli naturali della rete.

  • Ufficio Stampa Sorgentedelvino LIVE 2017
  • Stefania Gatta
  • stampa@sorgentedelvino.it
  • T. +39 349 7768793

Fotografie in alta definizione disponibili su

Immagini ad alta risoluzione

Sardegna protagonista a Sorgentedelvino LIVE 2017

Il terroir sotto i riflettori con prodotti enogastronomici bio e naturali, una cena-degustazione a tema, musiche tradizionali sarde.

Dal Cannonau naturale al canto a tenore: l’edizione numero IX di Sorgentedelvino LIVE, in programma dall’11 al 13 marzo a Piacenza Expo, avrà uno spazio dedicato al Terroir Sardegna, in cui sarà possibile immergersi per vivere profumi, sapori, musiche e tradizioni dell’isola.

Un territorio sano non vive di solo vino, ma dei tanti prodotti dell’agricoltura e dell’artigianato e in Sardegna esiste ancora un ecosistema capace di regalare sorprese ed emozioni. Oltre ai vignaioli e ai loro vini, l’isola sarda si presenta con olio, pane carasau, formaggi e altri sapori inconfondibili.

Tra i vignaioli presenti, potete incontrare una piccola rappresentanza dell’associazione Mamojà, che ha l’obiettivo di valorizzare la specificità del terroir di Mamoiada: 300 ettari vitati a Cannonau ad alberello su terreni granitici a 700 m slm. Si scende poi in direzione mare con i vini di Sassari e Oristano, aree vinicole note per la Vernaccia e per il Vermentino. I produttori presenti: Montisci, Sedilesu, Vike Vike, Cantina Canneddu, Francesco Cadinu, Famiglia Orro, Deperu Holler.

Nella serata di sabato 11 marzo i sapori di Sardegna si potranno gustare seduti a tavola, alle 21 presso La Faggiola (Gariga di Podenzano, PC) cena-degustazione con un menù a base di prodotti agroalimentari sardi d’eccellenza quali Agnello di Sardegna IGP e Carciofo Spinoso Sardo DOP accompagnati dai vini sardi di Sorgentedelvino LIVE 2017. Informazioni e prenotazioni ai numeri 3473160857 e 3409820605.

Domenica 12 marzo, a Sorgentedelvino LIVE lo spazio dedicato a Terroir Sardegna, sarà animato dal gruppo musicale Tenore Sos Emigrantes, nato nel 2011 da giovani emigrati sardi nel nord Italia. Il canto a tenore (in sardo “cantu a tenore”) è uno stile di canto corale sardo di grande importanza nella tradizione locale, sia perché espressione artistica di matrice originale e autoctona, sia perché espressione sociale del mondo agro-pastorale. Sos Emigrantes si ispira ai temi della transumanza e della migrazione; il concetto di emigrante, legato alla passione per le tradizioni sarde, fa da filo conduttore per tutti i sardi che per lavoro, per studio o altri motivi hanno dovuto lasciare la terra d’origine.

Terroir Sardegna è organizzato con la collaborazione di FASI (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia) e Gremio Sardo di Piacenza e con il sostegno della Regione Autonoma della Sardegna. Sorgentedelvino LIVE 2017 è un progetto di Associazione Culturale Echofficine.

Terroir Sardegna nasce dalla volontà degli organizzatori di Sorgentedelvino LIVE, di raccontare i territori del vino attraverso i loro prodotti agricoli e artigianali, molto spesso ignorati e poco valorizzati, anche a causa della loro dimensione prettamente locale.

Anche per questa ragione, la manifestazione è un’occasione per scoprire e conoscere artigiani e vignaioli solitamente fuori dal circuito della grande distribuzione e della distribuzione tradizionale.

Sorgentedelvino LIVE 2017- Informazioni per i visitatori

Orari di apertura:

  • sabato 11 marzo dalle 14 alle 19
  • domenica 12 marzo dalle 10 alle 19
  • lunedì 13 marzo dalle 12 alle 18

Ingresso: € 15 inclusi calice da degustazione e catalogo

Sono previste modalità di accesso agevolate per ristoratori, enotecari ed addetti ai lavori previa registrazione sul sito www.sorgentedelvinolive.org entro lunedì 6 marzo 2017.

Maggiori informazioni su www.sorgentedelvinolive.org | Tel: 348 -7186660 | live@sorgentedelvino.it